Tempo di derby: a Brescia in palio la gloria e tre punti pesantissimi.

Tredici anni dopo l’ultima volta, torna il “derby” Brescia-Atalanta, una partita mai banale e sempre caldissima, sublimazione della rivalità tra due città e due popoli, così vicini e simili ma allo stesso tempo così reciprocamente detestati.

Calcisticamente parlando, Brescia e Atalanta arrivano a questa sfida agli antipodi: le Rondinelle, ultime in classifica, si giocano già alcune carte della disperazione e cercano riscatto sotto la nuova gestione Grosso, che dopo un inizio difficile sembra aver risolto anche la disputa con Balotelli, vero uomo chiave per l’attacco dei suoi, fin qui però soltanto potenzialmente, e che oggi
cercherà di sbloccarsi partendo da titolare.

La Dea ha invece come uomo chiave il Papu Gomez, incontenibile nella storica partita in Champions di martedì, prima vittoria nerazzurra nella competizione, che interrompe un digiuno di 4 prestazioni a cui non erano però seguiti i risultati, e rilancia la truppa di Gasperini anche in ottica passaggio del turno.

In serie A la Dea ha perso qualche punto nelle ultime partite e deve recuperarne per continuare ad inseguire i propri sogni europei, il Brescia non ne può più perdere se vuole rimanere nella categoria. Una partita non come tutte le altre, in cui tutto può succedere e la tensione del derby può far crollare anche il divario che c’è sulla carta tra le due squadre.
Qualunque sia la previsione sul risultato, al Rigamonti si prospetta un grande pomeriggio di calcio.

Buon divertimento a tutti.

by Matteo Beltrami